top of page

Fantozzi. Una tragedia

_PFP9971 QUADRICROMIA ph Paolo Palmieri_edited.jpg

DATA: 21 e 22 DIC 2023

ANTEPRIME NAZIONALI

ORA: 21,00

/ GIANNI FANTONI, regia DAVIDE LIVERMORE

Primo studio verso lo spettacolo

da Paolo Villaggio

LOCANDINA

Drammaturgia:

Gianni Fantoni, Andrea Porcheddu,

Carlo Sciaccaluga /

Regia:

Davide Livermore

Interpreti:

Gianni Fantoni

Paolo Cresta

Cristiano Dessì

Lorenzo Fontana

Rossana Gay

Marcello Gravina

Simonetta Guarino

Ludovica Iannetti

Valentina Virando /

Allestimento scenico:

Lorenzo Russo Rainaldi /

Costumi: Anna Verde /

Musiche: Fabio Frizzi /

Produzione:

Teatro Nazionale di Genova

Enfi Teatro, Nuovo Teatro Parioli /

Paolo Villaggio è stato un acuto osservatore del nostro tempo, un testimone unico, sagace che ha raccontato come pochi altri decenni di storia e vita italiana attraverso quei personaggi che – da grande attore comico – ha saputo creare. La sua narrazione è stata una critica sociale aguzza, una ricostruzione di un mondo osservato per paradossi, nelle sue contraddizioni prima della sua definitiva dissoluzione.

Fantozzi, Fracchia, Krantz, e poi la moglie Pina, la figlia Mariangela, i colleghi Filini, Calboni, la signorina Silvani sono tessere di un mosaico, sono maschere di una rinnovata commedia dell’arte, con cui Paolo Villaggio ha dato voce a una categoria umana oscillante tra opportunismo e cattiveria, tra piaggeria e violenza, tra disincanto e feroce arrivismo. A partire dagli anni Settanta del Novecento, questi personaggi hanno segnato l’immaginario collettivo, hanno creato un linguaggio prima inesistente talmente forte ed originale da determinare il parlare comune.

Villaggio registra, come un sismografo sensibilissimo, l’esplosione di un mondo segnato dai padroni – quei Megadirettori Galattici e Naturali tanto simili a divinità – e dai “servi”, ovvero la “mostruosa” genia impiegatizia, approfittatrice, servile: un coro in perenne lotta per la sussistenza.

Nella visione registica di Davide Livermore, a leggere bene le pagine di Villaggio, allora, torna emblematicamente l’eco di tragedie classiche, di destini segnati e ineluttabili, di peripezie che portano all’unica soluzione possibile: la disfatta.

In scena è l’attore Gianni Fantoni, che è stato a lungo a fianco di Paolo Villaggio, e ne ha ereditato la maschera scenica (in un passaggio di consegne fortemente voluto da Villaggio stesso) a dare voce e gesti ad un possibile Fantozzi di oggi. Sempre di nuovo pronto a dar battaglia.

Lo spettacolo verrà provato nel nostro teatro e presentato in anteprima nazionale come 'primo studio' verso lo spettacolo; la prima nazionale sarà al Teatro Ivo Chiesa di Genova il 30 gennaio 2024.

bottom of page